Soci ANDI Pavia

ANDI PAVIA Giovani

PRESS

AREA PUBBLICA

Newsletter e MemorANDIPavia

FacebookDeliciousLinkedinRSS Feed

PAVIA. I dentisti Soci di ANDI Pavia non intendono più accettare di essere considerati “professionisti diversi” dall’Associazione che hanno contribuito a far crescere e dalla quale oggi si sentono abbandonati e declassati; chiedono quindi che la situazione e le scelte future siano diverse, decise da una migliore e maggiore lungimiranza da parte di una dirigenza nazionale nuova poiché l'attuale ha mostrato di non peritarsi di difendere e tutelare i suoi stessi iscritti.

Questa stanchezza e insoddisfazione, già emersa in precedenti occasioni, oggi, dopo le decisioni del DDL Concorrenza in Senato e le considerazioni espresse in un’intervista dal presidente nazionale ANDI, emergono con tutta la loro forza nelle parole del presidente di ANDI Pavia dottor Marco Colombo.

Qui il testo della newsletter inviata questa mattina ai Soci pavesi.

Caro Socio,
nella posizione di Presidente Provinciale non posso non esprimere una mia opinione su ciò che sta accadendo a livello nazionale nella nostra Associazione.
Mi è capitato di leggere uno degli ultimi articoli pubblicati da Odontoiatria 33 dove il Presidente Prada viene intervistato a seguito delle decisioni sul DDL Concorrenza prese dal Senato.
Ho riletto più volte la prima domanda e la risposta che vi riporto: “Presidente Prada, il Senato ha approvato il Ddl Concorrenza. Delle norme che avrebbero dovuto limitare l'azione delle società di capitale di settore, alle fine è rimasta solo quella che regolamenta la figura del Direttore Sanitario, una sconfitta?

“Sicuramente una sconfitta per i cittadini”.

Cosa? Mi chiedo come sia possibile che un Presidente Nazionale invece di difendere a spada tratta i propri associati si limiti a rispondere in maniera tanto superficiale e cinica. Ovviamente hanno perso i cittadini! ma per prima ha perso l’Associazione, hanno perso tutti i Soci che ancora una volta non sono stati tutelati da una Dirigenza Nazionale, eletta sì con un plebiscito alle ultime elezioni ma incapace di rappresentare i sentimenti e il cuore di ogni singolo dentista.
L’irritazione aumenta ancora di più proseguendo nella lettura dell’intervista laddove si legge che per le società degli avvocati, l'articolo 2 comma A dice che "i soci, per almeno due terzi del capitale sociale e dei diritti di voto, devono essere avvocati iscritti all'albo, ovvero avvocati iscritti all'albo e professionisti iscritti in albi di altre professioni; il venire meno di tale condizione costituisce causa di scioglimento della società e il Consiglio dell'Ordine presso il quale è iscritta la società procede alla cancellazione della stessa dall’albo".
Quindi noi siamo dei professionisti di serie B, o almeno, la nostra Associazione che ha il compito di rappresentarci, ci abbandona declassandoci a professionisti “diversi”.

Mi trovo invece in accordo col Presidente Prada quando dice che “Quest'articolo è scritto talmente male che in mano ad un buon avvocato si corre il rischio che potrebbe fare passare per legittime, perfino le cure rese da un non laureato in odontoiatria”. Siamo giunti al paradosso. Forse in questo modo abbiamo veramente risolto il problema dell’abusivismo… legalizzandolo!
La cosa grave, che ci insegna questa situazione, è che nonostante il tempo trascorso dall’approvazione della Commissione Industria nel giugno 2016, la nostra Dirigenza Nazionale non sia riuscita a smuovere le acque, a sollevare un gran polverone necessario per far capire a cosa stiamo andando incontro… e poi una domanda… la Commissione Industria?

Sarà la mia giovane età ma sono molto confuso, deluso e irritato da una gestione della Professione che in questi anni ha guardato a tutto, dal marketing alle convenzioni, dalle raccolte per le pubblicità sui giornali al business della formazione, senza però essere in grado di contare oggi su esigenze importanti della professione.
Mi spiace ma sentivo il dovere di condividere questo mio stato d’animo e malessere. Ora perciò dobbiamo rimboccarci le maniche e seguire una nuova strada.
Manca un anno alle nuove elezioni e mi auguro che si riesca a cambiare rotta, a trovare un nuovo gruppo dirigenziale in grado di cambiare e di farci uscire dalla deriva in cui sta andando la nostra Professione; che porti freschezza, entusiasmo e voglia di fare per il bene di tutti.

Questo modo di essere ANDI non ci interessa più.
Da oggi sono ancora di più ANDIPATICO.

Marco Colombo
presidente

 

Share

 

Carta dei Servizi 2017

Corso ANDI Pavia 2017

Calendario

<<  Novembre 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
131415161719
20212223242526
27282930   

Corsi

Aggiornamenti in ambito endodontico

Novembre
Sabato
18
18 novembre Aggiornamenti in ambito endodontico Relatore: Dottor Gianluca Plotino    Collegio Volta Aula Magna v. Ferrata, 17 (Zona Cravino) Pavia  
08:30 h

ANDI Pavia - pavia@andi.it - Codice Fiscale 96003830187
Questo sito fa uso di cookie tecnici

Joomla template created by ComToCom di MiriamPaola Agili - P.IVA 01567170186 - email: comtocom@virgilio.it